La pizza e Margherita

23

La prima regina italiana social della storia è stata Margherita di Savoia. Indomita suffragette, sostenne tutte le battaglie per la parità dei sessi e in nome di questa scalò il monte Rosa, chiamato così in suo onore.

Margherita di Savoia

Influencer reale

Dotata di spiccate doti comunicative, oltre che di un carattere per niente arrendevole, la moglie di Umberto I aveva un peso notevole in tutte le faccende di casa Savoia, soprattutto nella difficile opera di accettazione da parte del popolo dell’Italia unita nei confronti dei regnanti.

Attendeva con grande abilità al suo ruolo visitando scuole, ospedali, orfanotrofi ed essendo molto presente nella vita sociale e culturale del Paese. In particolare era nota per i suoi slanci emotivi e fuori dall’etichetta.

Una ex-capitale ostile

Nonostante la grande capacità della sovrana, la situazione a Napoli era davvero difficile.

Napoli era ancora molto fredda verso i re invasori e tutti i tentativi di accattivarsi le simpatie e le amicizie dei suoi abitanti andarono falliti.

Persino il tentativo di organizzare feste al teatro San Carlo lasciava la nobiltà napoletana indifferente.

Rinchiusi nel palazzo reale di Capodimonte, i Savoia vivevano in un vero e proprio stato di assedio, sorvegliati da 150 soldati e da uno stuolo di spie straniere sparsi lungo il perimetro delle mura.

Una trovata geniale!

Non potendo familiarizzare con la nobiltà, Margherita progettò allora di avvicinarsi al popolo: ma come?

A quel tempo la pizza era molto popolare in città ed era il piatto simbolo degli scugnizzi e degli umili, giammai di una signora (figurati una regina!).

Fu così che fece chiamare a corte Raffaele Esposito pizzaiolo a Capodimonte e gli fece realizzare nel forno costruito apposta nella reggia tre tipi di pizze.

Esposito fu sorvegliato durante la preparazione e accompagnato all’uscita alla fine del suo compito.

Dopo qualche giorno il pizzaiolo ricevette un messaggio di ringraziamento dalla corte e fu così che, per tanto onore ricevuto, fu portato in trionfo dal popolo che issò il tricolore.

Et voilà!

Il più era fatto: la democratica sovrana aveva conquistato il cuore della plebe e piano piano sarebbe riuscita finalmente a riempire anche i balli al San Carlo.

E la pizza margherita? Quella esisteva già da alcuni decenni. Se ne avevano notizie da Roma fino a tutta l’Italia centrale.

Però non significa niente, A Napoli diventò la pizza Margherita, con la M maiuscola, in onore della regina. e fu grazie a lei e ai pizzaioli napoletani che divenne famosa in tutto il mondo.

Con buona pace di tutti gli ignoti che fino ad allora si erano limitati a mettere quattro fette di formaggio fresco sulla pizza al pomodoro a mo’ di “margherita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.
Close